Il Passaporto per animali domestici

 
 

Sperando di far cosa gradita riportiamo di seguito le indicazioni per poter richiedere il passaporto per animali,
come da Regolamento del Parlamento e del Consiglio n. 998/2003.

Infatti, dall’1 ottobre 2004, cani, gatti e furetti,
per viaggiare attraverso gli Stati dell’Unione Europea o per recarsi nei paesi terzi, devono avere il
PASSAPORTO PER ANIMALI DA COMPAGNIA detto anche PET PASSAPORT,
e devono essere accompagnati dal loro proprietario o da persona fisica che ne assuma la proprietà per conto del proprietario, e comunque non possono essere trasportati più di cinque animali per persona che li accompagna.

Ora vediamo nello specifico.

 
 

Chi rilascia il passaporto?

Il passaporto viene rilasciato dai Servizi Veterinari delle ASL competenti per territorio.
Ai fini del rilascio del passaporto, cani, gatti e furetti devono essere identificati tramite tatuaggio (applicato prima del 3 luglio 2011) perfettamente leggibile o microchip e registrati all’anagrafe degli animali d’affezione.
Il proprietario dell’animale, deve recarsi nelle sedi dei Servizi Veterinari dell’ASL del proprio territorio, portando l’animale per il controllo di leggibilità del microchip o del tatuaggio, il certificato di avvenuta applicazione del microchip o avvenuto tatuaggio e il libretto sanitario attestante la vaccinazione antirabbica in corso di validità se eseguita anteriormente al rilascio del passaporto.

 
 
 
horizontal break

Come ci si comporta per la movimentazione tra i Paesi UE

 

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Rep. Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Disposizioni relative ai movimenti tra Stati membri:

1. Identificabilità (tatuaggio o microchip per cani, gatti e furetti)

2. Passaporto rilasciato dall’autorità competente attestante l’esecuzione della vaccinazione antirabbica in corso di validità. La vaccinazione antirabbica può essere considerata valida soltanto dopo che siano trascorsi 21 giorni dalla fine del protocollo di vaccinazione imposto dal fabbricante per la prima vaccinazione.

Regno Unito, Irlanda, Svezia, Malta

Dal 1 gennaio 2012 cani, gatti e furetti possono entrare nel Regno Unito da qualsiasi paese del mondo senza effettuare la quarantena, seguendo comunque specifiche regole che dipendono dai paesi o territori da cui gli animali provengono.

animale-con-passaporto

Introduzione da Paesi UE:

– Identificazione mediante microchip da effettuarsi prima di ogni altra procedura

– Vaccinazione antirabbica almeno 21 giorni prima dell’introduzione in UK

– Passaporto Europeo

– Trattamento, solo per i cani, contro la tenia da effettuarsi non meno di 24 ore e non più di 120 ore prima dell’arrivo in UK. Non è più necessario il trattamento contro le zecche.

Norvegia

Identificazione dell’animale: con tatuaggio o con microchip.

Vaccinazione antirabbica: cani età superiore a tre mesi e gatti età superiore a 4 mesi.

Controllo sierologico: titolazione anticorpale (0,5 UI/ml) con prelievo eseguito 4 mesi dopo la vaccinazione. L’esito della titolazione deve essere certificata sul passaporto dal Veterinario dell’ASL.

Vaccinazione contro leptospirosi e cimurro, per i cani nei 30 giorni precedenti alla partenza.

Trattamento contro l’echinococcus granulosus non più di 10 gg prima dell’ingresso in Norvegia. Entro i primi 7 gg l’animale deve essere sottoposto ad un ulteriore trattamento da parte di un veterinario autorizzato.

cane-con-passaporto

Finlandia

Per la movimentazione dei cani verso la Finlandia è necessario il trattamento preventivo, con un medicinale autorizzato contenente praziquantel, contro la tenia (Echinococcus), effettuato nei 30 giorni antecedenti al suo arrivo.

cane-in-viaggio

Tale trattamento non è necessario per animali di età inferiore a tre mesi e per quelli introdotti direttamente dalla Svezia, Norvegia (eccetto Svalbard), Regno Unito o Irlanda, o e l’animale rientra in Finlandia entro le 24 ore.

Divieto di movimentazione nel territorio comunitario di cuccioli di età inferiore a tre mesi e non vaccinati: il passaporto può essere rilasciato soltanto a partire dall’età di tre mesi più 21 giorni a seguito di vaccinazione antirabbica (nota Ministero della Salute prot. DGVAIII32719P.I.4c.b.10 del 27104).

 

Sperando di aver pubblicato informazioni utili al viaggio con il vostro amico,
Vi suggeriamo comunque di chiedere informazioni dettagliate al vostro Veterinario di fiducia
e agli uffici Asl di competenza territoriale…

Buone vacanze e buon viaggio!